Il miele una passione

Elisa Antonini (la nonna di Andrea, Antonio, Luigi e Mario Rigoni che rappresentano l’attuale vertice aziendale della Rigoni di Asiago Srl) aveva la tempra combattente della gente di montagna e il piglio di chi fronteggia la vita a viso aperto. Rimasta vedova, con 9 figli da crescere, decise di fare della grande passione del marito Antonio per il miele una vera attività.
Da questo punto di vista, Asiago, sull’Altopiano vicentino, offriva il meglio, sia per l’aspetto naturalistico, sia per gli insegnamenti sulla lavorazione del miele e delle confetture tramandati dai Cimbri.

Mario e Paolo ci misero pochissimo ad abbracciare totalmente la passione di famiglia. Così, appena possibile, correvano dietro casa, nel prato delle arnie. Col tempo, la famiglia Rigoni notò che il miele prodotto principalmente per uso domestico trovava consensi sempre più larghi. La richiesta cresceva. Così decise di vendere la produzione eccedente.
Il Miele una PassioneAndò tutto talmente bene che l’apicoltura divenne per loro una seconda attività. Mario e Paolo Rigoni furono i primi titolari dell’Apicoltura Rigoni Snc, azienda a conduzione famigliare, in quanto tutti in casa erano chiamati a collaborare, a cominciare da Vittorio, Narciso e Giuseppe, gli altri figli. Scomparsi Paolo e Mario, subentrarono nella gestione Vittorio e Narciso.